Nel mare della vita

Nel mare della vita, è molto difficile restare a galla.

Se si ha una persona giusta con la quale affrontare questo naufragio, le possibilità di sopravvivenza aumentano ma, se chi è al tuo fianco si porta un peso addosso che lo trascina sul fondo, potrai sforzarti fino ad esaurire le tue forze per tenerlo in superficie ma, poi, inevitabilmente, ti ritroverai a scegliere: o lo lasci e ti metti in salvo, oppure ci anneghi insieme.

Tutt’altra cosa se quel peso lo hai addosso tu.

In quel caso, dipende solo da te se abbandonarti oppure tenerti aggrappato con le unghie e con i denti all’esistenza. Resterai solo, rimarrai un naufrago del vivere, maledirai il cielo per averti creato e farai a pugni con il dolore… magari incassando più colpi di quelli che infierisci ma, così, impari a difenderti.

La solitudine porta a guardarti dentro, a non arrenderti, a colpire quei fantasmi che sembrano sbucare da dietro l’angolo proprio quando sei ad un passo dalla felicità.

Placa l’affanno, respira dolcemente, lasciati trasportare dalla corrente e preserva le energie per le burrasche. Lascia chiuse nel cassetto dei ricordi spiacevoli le tristezze e getta via la chiave; inizia a respirare non solo per ossigenare il corpo ma anche lo spirito.

Carlo Galli

Annunci

15 comments

  1. Silvia · febbraio 25, 2014

    E’ l’unica soluzione….. buona giornata

  2. Patrizia M. · febbraio 25, 2014

    Eppure spesso la solitudine annienta le persone e le porta alla deriva e poi ad affondare. Non tutti riescono a trovare la forza per tirare fuori nuove risorse, non tutti…. Io spero che sempre più persone invece, arrivino a mettere in pratica ciò che tu hai espresso con le tue parole conclusive.
    Ciao, buona giornata
    Patrizia

    • Carlo Galli · febbraio 25, 2014

      Sì, a volte si hanno i concetti, metterli in pratica è più difficile, ci vuole forza
      Buona giornata a te
      Carlo

  3. itai3579 · febbraio 25, 2014

    ma che mosaico sei?

  4. jalesh · febbraio 25, 2014

    Il mare può essere insidioso ma anche un caro amico…occorre trovare la persona giusta e saper rimanere a galla, perchè altrimenti come dici bene tu o affondi o lasci perdere…bellissimo pensiero

  5. thenewsageblog · febbraio 25, 2014

    Bellissimi e verissimi pensieri, Carlo! Grazie 🙂

  6. semprecarla · febbraio 25, 2014

    Scrivi davvero bene, è un piacere leggerti.

    • Carlo Galli · febbraio 25, 2014

      infinite grazie… è ancor di più un piacere scrivere allora

  7. figliadellaterra · febbraio 25, 2014

    Mi ha commosso. Per uno scrittore è una cosa meravigliosa. Almeno per me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...