Lo spreco

Quanto amore ho sprecato

chiudendomi in un prigione.

Quanta vita ho sciupato

per seguire la ragione.

Quanta gioia ho stuprato

annegando me stesso

e quanto piacere ho soffocato

dimenticandomi di esso.

Com’è strano questo vivere,

seguire tutte queste regole,

avere tutta questa vita

prevedibile e prestabilita.

Esisto, ma non mi sento…

in balìa di questo vento.

Carlo Galli

Annunci

26 comments

  1. meo..... laura · marzo 6, 2014

    giorno carlo…….stupenda e sai cosa faro’……
    marcello

    • Carlo Galli · marzo 6, 2014

      buongiorno a te Marcello
      Mi affido alla tua fantasia 😉

      • meo..... laura · marzo 6, 2014

        ahahahahah
        vedro’ cosa fare…….il meglio

        marcello

  2. ronnytresor · marzo 6, 2014

    Non riesco a trovare una parola che non possa piacermi, FAVOLOSEEEEEE. ★★★★★

  3. mondidascoprire · marzo 6, 2014

    Bisogna arrivare fin qui per una vera rinascita…

  4. tmvazquez · marzo 6, 2014

    Lo strano vivere di questo tempo, fare di queste percezioni poesia, non provare a definire ogni emozione come uno stato fermo. Allontanandosi dell’ozio, approffitare quelli che poco tempo hanno, anche stanchezza. Non fare luogo comune nel pensare a ciò che accadrà come frutto caduto da un albero. Coltivare ogni giorno, piccoli momenti ciò che si ama. La spensieratezza fa bene alla salute e porta risposte solo quando non siamo in attesa.
    Bellissimi versi, carichi di significato eppure melodiosi. Bravissimo. Bravo. Bravo.

  5. Non solo parole · marzo 6, 2014

    Fin da piccoli ci insegnano a rispettare delle “regole” perché questi ci serviranno anche per avere una guida, un orientamento nella vita. Alla fine, nonostante le regole ci si perde lo stesso in questa “selva oscura” chiedendosi: se forse era meglio non attenersi alle regole e seguire invece il proprio istinto e il proprio cuore. Non sempre la ragione è una buona maestra. Molto bella.
    Ciao, Maria

  6. Silvia · marzo 6, 2014

    bellissima poesia….ma si è sempre in tempo per rimediare e cambiare rotta 😉

  7. mimi · marzo 6, 2014

    Abbandonarsi al vento può essere molto pericoloso… ma vale sempre la pena! 🙂 buona giornata.

  8. cordialdo · marzo 6, 2014

    Ciao, Carlo. Con immenso piacere ho letto questa tua poesia nel blog degli amici Meo e Laura che saluto insieme a te.

  9. artemjsia · marzo 6, 2014

    Davvero Bella!
    Sembra la descrizione della mia esistenza. Quanta vita continuo a sciupare, quante prigioni continuo a costruire intorno a me!

    • Carlo Galli · marzo 6, 2014

      E la chiave per aprirle… chissà dov’e

      • artemjsia · marzo 6, 2014

        Più vicina di quanto si potrebbe pensare, basterebbe trovare il coraggio necessario! 🙂

  10. jalesh · marzo 6, 2014

    Assapora la vita …attua il Carpe Diem…e non pensare…molto…. vivi d’istinto….bellissimi profondi e molto significativi i tuoi versi

  11. lilasmile · marzo 6, 2014

    Com’è strano questo vivere..attento al vento!!! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...