Dentro me… (esasperazione del concetto)

Dentro me c’è

un tarlo,

la tristezza

che tutto divora

e tutto distrugge…

…per un attimo,

ho creduto che tu

fossi l’antidoto

per eliminarlo…

…ma lui

è ancora qui,

all’altezza dello stomaco,

e non si ferma…

…fa venir voglia

di inghiottire

del veleno

per non sentirlo più

rodere l’anima…

 

Carlo Galli

Annunci

45 comments

  1. lamia82 · aprile 4, 2014

    Ti capisco………….perfettamente

    • Carlo Galli · aprile 4, 2014

      È una cosa tremenda

      • lamia82 · aprile 4, 2014

        Sì, lo so…. ma penso che prima o poi si attutisca e riempia solo di amore….

      • Carlo Galli · aprile 4, 2014

        Sì. .. la speranza è l’ultima a morire ;)))))))
        Buona serata cara

      • lamia82 · aprile 4, 2014

        :)))))) buona serata a te caro Carlo!

  2. elinepal · aprile 4, 2014

    Nulla può colmare questa tristezza se non una luce vitale che parta da te.

    • Carlo Galli · aprile 4, 2014

      Esatto… e quando si pensa che sia sparito perché riversiamo le attenzioni altrove, poi, torna ancor peggio di prima
      🙂
      Buona serata cara

      • elinepal · aprile 4, 2014

        Buona serata a te

  3. tachimio · aprile 4, 2014

    Ah, questa tristezza è una brutta bestia, soprattutto preferisce annidarsi spesso nell’animo del poeta. Ma noi confidiamo sempre nell’arrivo del sole ,non è vero caro Carlo?… Ciao e buona serata. Isabella

    • Carlo Galli · aprile 4, 2014

      Sì, si spera sempre perché quando arriva, anche se solo per alcuni momenti, illumina l’anima

      • tachimio · aprile 4, 2014

        Infatti e sta poi a noi farlo durare più di qualche istante. A presto

      • Carlo Galli · aprile 4, 2014

        :))))

  4. Barby · aprile 4, 2014

    “Tristezza per favore vai via” diceva qualcuno… Sii fiducioso, vedrai che passerà. Un abbraccio Carlo! Baci 🙂

  5. Silvia · aprile 4, 2014

    il mi piace non te lo metto così impari solo a pensarle certe cose!!!!! 😛

    • Carlo Galli · aprile 4, 2014

      Prrrrrrŕ
      Un abbraccio cara

      • Silvia · aprile 4, 2014

        Un abbraccio a te 🙂

      • Carlo Galli · aprile 4, 2014

        🙂

  6. jalesh · aprile 4, 2014

    Capita spesso, ma sei tu che devi trovare l’antidoto…dentro di te…bisous

  7. Daniele Cerva · aprile 4, 2014

    La tristezza e la malinconia sono brutte bestie da mandare via a volte ti assalgono senza tregua tregua e nulla serve, nemmeno l’amore bella buona serata
    TIM: la tua mail in mobilità con il BlackBerry®

  8. belindaraffaeli · aprile 4, 2014

    Carloooo fatti una birra vedrai come passa. ..scherzo ovviamente. ..la forza la troverai in te prima o poi…:-)

  9. mairitombako · aprile 4, 2014

    fai cosi…vestirti come ti piace ,…vada fuori e fare una passeggiata alla lunga poi torna e ascolta la musica che ti piace forte forte ,balla e sorride come se fosse un momento pieno di allegria …e poi guardati allo spechiio e dica…sono felice perche sono vivo…sano e bello..ho amore ,amici…e qualsiasi cosa ti fa sentire bene dentro
    ok?

  10. Monique · aprile 4, 2014

    Io credo che il vero tarlo sia la malinconia, la tristezza, a volte, possa essere una buona compagna di viaggio,crea uno spazio protetto per ricostruirsi.

  11. tiferet74 · aprile 4, 2014

    Forse in certi momenti é opportuno tirare tutto fuori più che buttarsi qualsiasi cosa dentro.
    Il tuo scrivere dimostra quanto questo ti aiuti.

    • Carlo Galli · aprile 4, 2014

      È molto importante. ..a me capita appunto che quando rileggo, realizzo bene ciò che succede dentro
      🙂

  12. cutelittlemonkey · aprile 4, 2014

    Periodaccio Carlo?

    • Carlo Galli · aprile 4, 2014

      Già… un altalena emotiva
      Un abbraccio
      🙂

      • cutelittlemonkey · aprile 4, 2014

        Capisco bene.
        Ti auguro una serena notte. Un abbraccio 🙂

  13. Patrizia M. · aprile 4, 2014

    Un tarlo che devi estirpare ad ogni costo, non pensarle certe cose, mai e poi mai.
    Tristezza totale in queste tue parole, ma con forza la puoi superare, credimi!!!
    Bacione, Pat

    • Carlo Galli · aprile 4, 2014

      Sì. .. questa poesia è davvero sofferta. .. ma il tarlo lo schiaccero!
      🙂
      Un abbeaccio

      • Patrizia M. · aprile 4, 2014

        Bravo, così bello determinato mi piaci, vaiii Carlo 🙂
        Un abbraccio a te, Pat

      • Carlo Galli · aprile 4, 2014

        :))) notte cara

  14. wsa0 · aprile 4, 2014

    Ancora sveglio il nostro poeta ? La camomilla é pronta…ne vuoi un po’ altrimenti niente nanna… 😉

  15. fulvialuna1 · aprile 8, 2014

    E’ un tarlo, e nel silenzio si ingigantisce.

  16. amleta · ottobre 12, 2015

    Troppe volte ci si illude che l’antidoto esiste o funzioni davvero. UN saluto da una maledetta arrivata qui da un altro blog 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...