Niente illusioni per me, stasera… Carpe diem

Percorriamo un breve segmento di tempo 

aggrappandoci alle illusioni,

per poi, alla fine,

dissolverci e diventare il niente

che di fondo siamo sempre stati…

… e nulla più sarà di noi e della nostra storia

se non un ricordo lontano in chi ci sopravvive,

usato per alimentare ancora una volta,

l’illusione di un immortale eternità.

 

Carlo Galli

 

Annunci

59 comments

  1. jalesh · aprile 9, 2014

    Parole sante…..

    • Carlo Galli · aprile 9, 2014

      Ho sentito un’ondata di voglia di vivere con questo pensiero che mi è passato per la testa… ogni momento è sacro e irripetibile 🙂

  2. semprecarla · aprile 9, 2014

    Oggi hai dato il meglio di te …. Non che non lo faccia sempre, intendiamoci … 🙂

  3. tiferet74 · aprile 9, 2014

    Bella davvero…

  4. danae67 · aprile 9, 2014

    Mi piace pensare che possiamo lasciare un segno importante a chi verrà dopo di noi, con i pensieri, con l’esempio, con il modo con cui abbiamo deciso di vivere questo segmento. Quando mio padre mi parla, ad esempio, di suo padre ( mio nonno) che è scomparso quando ero piccolissima, di quando, malato terminale, si sforzava di parlare per parlare con me, io ritorno a quel momento, vissuto ma dimenticato e lo sento, ancora oggi, come un grande gesto d’amore. E lo porto con me, lo racconto a mio figlio che, sono certa, lo racconterà, ai suoi. Mi piace pensare che si può sopravvivere al tempo.
    Sempre interessanti i tuoi post.

    • Carlo Galli · aprile 9, 2014

      Anche a me piace pensarlo ma… purtroppo… concretamente sento sia illusione 🙂
      Ti ringrazio
      Un abbraccio

    • Carlo Galli · aprile 10, 2014

      🙂

  5. Silvia · aprile 9, 2014

    All’eternità non credo nemmeno io…..ma pensiamo a vivere il presente, poi si vedrà…..hai visto mai… 😉

    • Carlo Galli · aprile 9, 2014

      Esatto 🙂
      Carpe 🙂

      • Silvia · aprile 9, 2014

        mmmmm……le carpe non mi piacciono molto!!!!
        ahahahahah….lo so è pessima, ma i è uscita così 😛

      • Carlo Galli · aprile 9, 2014

        Hahahaha
        Allora vada per un pesciolino rosso 🙂

      • Silvia · aprile 9, 2014

        😉

  6. mondidascoprire · aprile 9, 2014

    Non concordo con quello che scrivi, che la vita non è quella che appare e che tutto finisce, significa che il vivere è un altra cosa, e che il morire è un’altra cosa, ma non è certo un ricordo , un’icona, ma una realtà che persiste nell’eterno riconoscendo il Mistero come origine e destino.

    • Carlo Galli · aprile 9, 2014

      🙂 aspettavo la tua risposta perché ero curioso di scoprire appunto la tua teoria che è differente a questa… però mi piacerebbe anche che tu scrivessi invece come vedi la cosa, di modo che ci confrontiamo :))))

      • mondidascoprire · aprile 9, 2014

        Io ho scoperto, ho imparato che la vita diventa solo un’illusione quando il vivere è legato solo a quello che appare, senza avere un senso ultimo, senza tener conto della promessa insita nella vita stessa e nei nostri desideri profondi che vogliono la felicità, l’eternità , allora solo aprendosi alla possibilità che esista un’altra opzione, cioè che esista realmente l’Infinito che è nostra origine e fine e che è presente e dialoga e si relazione con noi in un disegno di bene , avviene che la vita è un’avventura dove ogni istante ha il peso dell’eterno.

      • Carlo Galli · aprile 9, 2014

        È affascinante ciò che dici, ed è certo un sollievo per l’anima … ho sempre cercato un credo che vada al di là ma, per ora non lo ho trovato… chissà, magari un giorno troverò anche io la certezza che spinge te a credere fermamente in questo 🙂
        Grazie della risposta
        Un sorriso

      • mondidascoprire · aprile 10, 2014

        Penso che tutto dipenda dall’intensità del desiderio e dall’adesione della libertà, voglio dire non c’è risposta ad una domanda che non si pone. Non cerchi un credo in realtà perchè il tuo desiderio è ridotto alla soddisfazione di piccoli e piacevoli desideri ma che non riescono a riempire il vuoto e che comunque deludono e fanno precipitare nel cinismo e nel nichilismo. Buona giornata

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        Buona giornata a te 🙂

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        Non ci sono mai risposte certe a queste cose e, pensare di averle, sarebbe davvero assurdo… credo piuttosto che bisogna credere appunto in ciò che si vuole ma con la consapevolezza che le certezze non esistono… altrimenti saremmo ottusi
        🙂

      • mondidascoprire · aprile 10, 2014

        Hai un pregiudizio ora, hai dato una risposta astratta, cioè definita solo da un tuo pensiero. L’esperienzaa non dice questo.

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        È un gatto che si morde la coda ha ha ha 😊

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        Però mi interessa sapere cosa dice l’esperienza 🙂 se ti va di spiegarmelo

      • mondidascoprire · aprile 10, 2014

        Io penso prima di tutto che esista la libertà di credere e non la coercizione.Affermo per me quello che dico. Detto questo,io non posso affermare che mi faccio da me, la stessa mia vita e l’universo non c’erano e poi ci sono stati. Quindi l’esperienza e la lealtà davanti alla esperienza mi fa con la ragione riconoscere che c’è Altro, che ha creato questo inizio, compresa la mia vita. E poi c’è la coscienza, la tensione alla bellezza, alle domande di senso, ciò che siamo non è frutto di una casuale reazione atomica o chimica, è un essere creativo a sua volta e che aspira., che ama, e non è chimica, ma qualcosa di non tangibile ma pur concreto.

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        sisi la libertà di credere è sacra e inattaccabile, anzi, penso che si viva meglio credendo (e credo sia per questo che l’uomo lo cerca)… Mi piace molto la tua determinazione nel credere e, ripeto, spero in futuro di trovare la stessa cosa e certezza che hai trovato tu… per il momento ho solo dubbi e la penso appunto come scritto nel pensiero qui sopra 🙂

      • mondidascoprire · aprile 10, 2014

        🙂

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        buona giornata cara
        🙂

  7. violadelpensiero87 · aprile 9, 2014

    Descrivere molto verosimilmente quello che sto pensando e vivendo in questi giorni. Un bacio!

  8. fimoartandfantasy · aprile 9, 2014

    E quando anche loro si dimenticano di noi, o arrivano alla loro fine….nulla resta più di noi…

  9. nedda · aprile 10, 2014

    “Chi lo sa?” Come scrive Sally, dietro suggerimento di Charlie Brown, nel compito assegnatole dalla maestra… ma poiché era troppo corto aggiunge: “Come faccio a saperlo e chi se ne importa?”

    • Carlo Galli · aprile 10, 2014

      😀
      Una buona risposta 🙂
      un abbraccio

      • nedda · aprile 10, 2014

        Grazie, così sorridiamo un pò 😉 buona giornata!

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        :)))))

  10. nedda · aprile 10, 2014

    Scherzi a parte, io penso che quando ci facciamo queste domande il problema c’è un malessere di base. Io, quando riverso in questi stati, mi sfoglio le riviste di Riza Psicosomatica o ascolto le videointerviste di Raffaele Morelli (www.riza.it). Ho trovato proprio questo articolo: “La perdita di senso che causa la depressione”. Qui il link: http://www.riza.it/psicologia/depressione/2594/la-perdita-di-senso-che-provoca-la-depressione.html

    • Carlo Galli · aprile 10, 2014

      Eh articoli molto interessanti… ma se fosse proprio l’insensatezza il senso?

      • nedda · aprile 10, 2014

        no no, mi fido di Morelli…lui dice che le risposte arrivano se non ci poniamo le domande 😉

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        Grande morelli… ho letto molte sue cose 🙂

      • nedda · aprile 10, 2014

        ti consiglio di leggerlo l’articolo. La sensazione di perdita di senso è una cosa da non sottovalutare. Questo è un estratto:

        “La perdita di senso è uno strumento del cervello
        La perdita di senso è uno degli strumenti più potenti che il cervello utilizza quando vuole impedirci di vivere qualcosa che ci fa male o che non ci interessa intimamente, ma a cui ci stiamo sottoponendo con ostinazione: troppo lavoro o lavoro che non piace, amori finiti o non affini, atmosfere ostili, assenza di creatività e monotonia sono le principali “micce” di questo sintomo.

        e poi continua con i consigli

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        Sisi leggo ma… per ora… sto bene così , cullato da sottili momenti di malessere

      • nedda · aprile 10, 2014

        ah va bene, magari ho contribuito!! hahahah:-)

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        Ahahhahaah
        Un sorriso a te

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        🙂

  11. nedda · aprile 10, 2014

    ho sbagliato a scrivere!!! riesci a togliere le due parole “il problema”? e anche questo post magari

  12. nedda · aprile 10, 2014

    e anche qualche “io”… mannaggia

  13. newwhitebear · aprile 10, 2014

    Quando non ci saremo più, forse qualcuno si ricorderà di noi ma l’eternità è solo un’illusione.

    • Carlo Galli · aprile 10, 2014

      Già. ..
      un sorriso

      • newwhitebear · aprile 10, 2014

        Purtroppo è così.
        Un caro saluto

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        Un caro saluto a te

    • nedda · aprile 12, 2014

      Anch’io lo pensavo, ma leggendo “I maestri invisibili” di Igor Sibaldi ho cambiato idea.

      • Carlo Galli · aprile 12, 2014

        🙂

      • newwhitebear · aprile 12, 2014

        Lo leggerò anch’io I maestri invisibili. Può darsi che cambi idea.

      • Carlo Galli · aprile 12, 2014

        :)))

      • newwhitebear · aprile 12, 2014

        Dubiti?

      • Carlo Galli · aprile 12, 2014

        Booooh 🙂

      • newwhitebear · aprile 12, 2014

        Intanto il libercolo non è disponibile e quindi non posso cambiare idea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...