Ho scelto la vita

<Chi è quell’uomo? che ci faccio qui?> mi chiesi dolorante.

Era sdraiato su un letto sudato, respirava attaccato a complicate macchine che gli garantivano la vita, immobile e inerme.

<Ma… perché mi assomiglia?>.

Mi avvicinai per guardarlo meglio… non solo mi assomigliava, ero proprio io! 

<Ma se sto guardando me stesso, io chi sono?>

Cercai di guardarmi le mani ma non le trovai, non avevo forma e non possedevo corpo.

<Eppure questa voce che scandisce i pensieri è forte e chiara>, pensai guardandomi attorno.

Nessuno.

Solo io e ancora un altro io sdraiato nel letto.

Sentivo un abbraccio tiepido e invisibile che cercava di trascinarmi lontano da quella stanza, come se consigliasse di abbandonarmi, come volesse accogliermi tra le sue braccia ricordandomi che la vita era stata ingiusta con me… Non potevo dargli torto, pochi furono gli istanti felici nella vita, poche erano le ragione per continuare a vivere.

Di colpo si aprì la porta della stanza… una bambina entrò accompagnata da una donna.

Mia figlia e mia moglie.

<Perché siete vestite in quel modo?>, chiesi osservando i camici e le calze sopra alle scarpe.

Non risposero, non sentirono… Si avvicinarono al mio io sdraiato e gli strinsero la mano.

Sentii quelle stretta attorno alle mani che non avevo.

D’improvviso fu tutto chiaro… cessai di ascoltare quel richiamo che voleva portarmi lontano e mi avvicinai al letto… una lacrima della bambina cadde sulla mano… mi sdraiai sopra il mio io disteso e, d’improvviso, avvertii calore in tutto il corpo… il calore del mio corpo… immagini confuse corsero veloci nella mia mente… litigi in famiglia… voglia di non vivere… una corsa folle a fari spenti nella notte…

<Papà ha aperto gli occhi!> gridò la bimba.

<Ciao amore mio… papà non ti lascerà mai> sussurrai con la vergogna di chi si stava arrendendo di fronte alla vita, con finalmente la consapevolezza di che unica e preziosa essa sia…

 

Carlo Galli

Annunci

38 comments

  1. vittoriot75ge · aprile 10, 2014

    Bellissima 🙂

  2. jalesh · aprile 10, 2014

    Drammatica pagina ma stupendamente scritta bisous

  3. francescagarrisi · aprile 10, 2014

    mi son sempre chiesta se nel genere di situazione che hai raccontato sia più ardua e straniante la posizione di chi è steso in quel letto, o dei cari che lo circondano …

    • Carlo Galli · aprile 10, 2014

      Questo è un bel dilemma… credo che sia pari sai? Sempre che chi è sdraiato possa rendersene conto

      • francescagarrisi · aprile 10, 2014

        per la serie, la vita a volte ha uno strano senso dell’umorismo

      • Carlo Galli · aprile 10, 2014

        Molto…

  4. fimoartandfantasy · aprile 10, 2014

    Chissà se un giorno sarà così semplice scegliere da che parte stare… Comunque è un racconto bellissimo!
    Un soffio…

  5. belindaraffaeli · aprile 10, 2014

    che brividi…

  6. Mariaurora · aprile 10, 2014

    Stupendo questo brano che hai scritto, e mi ha fatto pensare a un troppo recente periodo vissuto nella realtà che ancora si attacca a una fotografia sentendo quasi due dolcissime mani che mi accarezzano e due occhi che mi sorridono dicendo: son qui non ti abbandono, ti controllo e ti aiuto, sciocca non senti??? Scusa il pensiero di sfogo con gli occhi un pò appannati!

  7. Barby · aprile 10, 2014

    Molto bella…

  8. aboer65 · aprile 10, 2014

    Molto bello Carlo, complimenti!

  9. lilasmile · aprile 10, 2014

    Preziosissima la vita..un sorriso, Lila

  10. ludmillarte · aprile 10, 2014

    prezioso, emozionate, bello. bravo!
    Ludmilla

  11. thenewsageblog · aprile 10, 2014

    Un racconto davvero stupendo, Carlo! 🙂 X

  12. fariv66 · aprile 11, 2014

    … emozionante

  13. paganora7 · aprile 11, 2014

    L’ha ribloggato su Ap7 Yogae ha commentato:
    Molto bello…

  14. evaluna2014 · aprile 11, 2014

    Sei sempre così… perfetto!

    • Carlo Galli · aprile 11, 2014

      😀
      E tu sei sempre gentile “)

      • evaluna2014 · aprile 11, 2014

        E’ questione di verità, non di educazione…
        😉

      • Carlo Galli · aprile 11, 2014

        Buona giornata cara 🙂
        Abbraccio

  15. Personale Femminile · aprile 11, 2014

    bello leggerti..
    Ciao Carlo!

  16. mfantuz · aprile 12, 2014

    Mai arrendersi, altrimenti la vita perde di significato. Bel racconto!

  17. fulvialuna1 · aprile 13, 2014

    Non posso commentare, mi ha distrutta, troppo affine a ciò che mi è accaduto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...