Racconto Erotico

Ispirato dal disegno dell’amica Sun.

Immagine

Un’aria tiepida mi accarezzava i capelli, le punte dei piedi, affossate tra i piccoli sassolini della spiaggetta del lago, venivano rinfrescate di tanto in tanto da alcune onde che osavano spingersi più in là rispetto al solito moto. Intorno a me non c’era nessuno e, di fronte, avevo un fitto canneto che giocava a danzare spinto dal vento. Credetti di avere un’allucinazione o di aver preso un colpo di sole quando, proprio da quella macchia verde e legnosa, vidi apparire la sagoma di un uomo… e che uomo! Completamente nudo, come madre natura l’aveva fatto. Mi guardai intorno per vedere se qualcun altro era testimone di quella visione. Nessuno. Senza dire una parola si diresse verso me, in mano stringeva due sottili bastoni rubati al canneto. Restai immobile a fissarlo cercando di capire le sue intenzioni che, mi furono subito chiare quando disse che voleva prendermi.Completamente.

Cosa intendesse per completamente non lo riuscivo a capire ma, inspiegabilmente, mi fidavo… avvicinò la bocca alla mia e, dopo aver timidamente socchiuso le labbra, mi lasciai andare a un carnale e vorticoso bacio. Ero eccitatissima e, guardando in basso, vedevo che anche lui lo era… avevo il bisogno di sentirlo dentro, fino in fondo, animalesco e rozzo. Mi bendò con la parte sotto del mio costume e, poi, mi mise in bocca una delle due bacchette e mi fece mettere a gattoni… avevo chiaro che il bastone  avrebbe fatto da tampone ai miei lamenti… iniziò a frustarmi delicatamente e, ad ogni colpo, la mia pelle arrossiva e il mio sesso si irrorava di sangue, gonfiandosi di piacere… Non riuscivo a parlare, era una situazione surreale e sconvolgente… mi prese da dietro… sentivo il suo sesso appoggiato tra le natiche che cercava di farsi largo per entrare… “oddio, non l’ho mai fatto”, cercai di dirgli ma, per via di ciò che avevo in bocca, non si capì nulla. Entrò… rilassai i muscoli e lo accolsi, provando un piacere nuovo e mai vissuto prima… con l’altra bacchetta mi picchiettava davanti, sul mio punto più sensibile, mi sembrava di impazzire… sentivo d’esser completamente piena di lui, in quel modo così intimo che non avevo mai avuto il coraggio di provare per via del senso del pudore… Il piacere crebbe fino a farmi sentire il fuoco in ogni parte del corpo…

Mi svegliai di soprassalto, scossa dalle piccole contrazioni muscolari di quell’orgasmo appena sognato… strinsi le cosce tra loro per non far notare che ero bagnata. I miei due figli stavano giocando a far saltare i sassi sull’acqua e, Daniele, mio marito, era intento a compilare un cruciverba… Quando arrivò la sera, presi la mano di Daniele e mi diressi, con a seguito i figli, verso casa, con uno splendido tramonto come cornice. Non vedevo l’ora che arrivasse la notte per provare con lui quello che avevo sognato e mai fatto per paura di essere giudicata ma, anche se non mi fosse riuscito, sapevo che poi, riaddormentandomi, sarei potuta tornare ad essere me stessa senza i vincoli dei pregiudizi.

Testo: Carlo Galli

Disegno: Sun – http://pensieridistesialsole.wordpress.com

Annunci

77 comments

  1. Ronny Tresor · aprile 23, 2014

    O.M.G!!!!

  2. Sun · aprile 23, 2014

    Ladro di fonti di ispirazioneeeee
    Ahahahahah :)))))

    Era ora che ti si leggesse anche sotto altri profili:-P

    Bello, se un grande.

  3. vittoriot75ge · aprile 23, 2014

    L’ora è quella giusta 😛

  4. cordialdo · aprile 23, 2014

    Erotico senza essere volgare il testo. Disegno ispiratore eccitante credo anche per lo scrittore! Un dubbio resta: i sogni, del genere dice Sigmund Freud, rappresentano un desiderio represso o una realizzazione attesa. Quale delle due ipotesi possiamo qui ritenere la più verosimile? A me sembrano verosimili entrambe! Ciao a te, Carlo, ed alla tua ispiratrice

    • vittoriot75ge · aprile 23, 2014

      Terza ipotesi: pura fantasia 🙂

      • cordialdo · aprile 23, 2014

        Non credo proprio. Troppo realistico in questo stato e Carlo che lo ha scritto, non so SUN, conferma la mia interpretazione.
        Forse Sun ci dirà cosa ne pensa lei dal suo punto di vista.

      • Carlo Galli · aprile 23, 2014

        Io attraverso questo racconto, appunto, ho inteso sottolineare il giudizio morale che, purtroppo, influenza alcune persone e fa in modo che alcune cose magari naturali possano arrivare ad esser viste come sporche o peccaminose… il tutto da un sogno perché, nei sogni, l’inconscio non è mascherato e ci svela la contrapposizione tra il volere e i limiti mentali… e la soppressione di tali crea un contrasto interiore tra come ci si percepisce e come ci si vorrebbe percepire… una limitazione dettata dalla morale

      • cordialdo · aprile 23, 2014

        Siamo perfettamente d’accordo, Carlo. E’ esattamente ciò che sostiene Freud. Il sogno allenta tutti i nostri freni inibitori. Siamo soli e nudi difronte alla nostra personalità, alla nostra emotività ed alla nostra razionalità che non può controllare più la prima. Lo scandalizzarsi è il parto della morale falsamente cattolica che tende a nascondere le pulsioni sessuali sotto una coltre di falso perbenismo.

      • Carlo Galli · aprile 23, 2014

        Esattissimo! 🙂

      • cordialdo · aprile 23, 2014

        Carlo, credo che siamo pronti per aprire insieme un centro di consulenza per coppie in crisi dipendente da inappetenza sessuale con imminente pericolo di “tradimento”, cioè di cercare altrove ciò che non si trova in casa. Moralismo d’accatto.
        Sun è d’accordo sulle nostre versioni quindi potremo associare anche lei al centro di consulenza.
        Ciao ad entrami ed a tutti gli alktri che hanno partecipato al “dibattito” per niente peregrino.

      • Carlo Galli · aprile 23, 2014

        Hahahahahahaha vaiiii

      • Sun · aprile 23, 2014

        Sun la pensa esattamente come Carlo e come te.
        (vedi commenti sotto a questo)

      • cordialdo · aprile 23, 2014

        No, Sun, non sono d’accordo: primo non puoi comparare Freud con Funari e non sempre e non sempre le amanti sono “zoccole”.
        Su una materia così seria non si può ridurre la discussione ad un livello i cui protagonisti siano tra “ZOCCOLE” E “FUNARI”. Almeno per me, la conversazione si chiude qui.

      • Sun · aprile 23, 2014

        Guarda che hai confuso i due commenti.
        Funari te l’ho messo nel commento del proverbio e qui un’altra cosa. Decisamente un’altra cosa. Se poi avere opinioni diverse non è ammesso allora non esiste confronto. Mi scuso con Carlo e gli chiedo di levare i commenti qualora lo ritenesse necessario.

      • Carlo Galli · aprile 23, 2014

        Ma nooooo. .. non cancello nulla io, è un blog veritè haha

    • Carlo Galli · aprile 23, 2014

      Esatto è un misto delle due cose:)))))

  5. wsa0 · aprile 23, 2014

    Ripeto il proverbio antico dice che per fare durare l’amore e la vita di coppia servono solo tre ingredienti che le donne devono mettere nel piatto : signora in salotto, zoccol@ a letto con il proprio amore, e economia in cucina e vissero felici e contenti fino alla morte 🙂

    • Carlo Galli · aprile 23, 2014

      Hahah giusto!

    • cordialdo · aprile 23, 2014

      Non mi piace “zoccola”, inutilmente volgare. Io direi “amante”.

      • wsa0 · aprile 23, 2014

        inteso che Deve essere amante sempre come il primo giorno in qui ti innamori ,però io l’ho letta così e l’ho scritta così.

      • Sun · aprile 23, 2014

        Oddio Cor, dipende sempre dal contesto. A volte si devono usare paroli forti per rendere bene l’idea . Ti cito la famosa frase di Funari” Se a uno je devi dì che è stronzo nun je poi dì che è stupidino” 😀 e poi le amanti a volte sono zoccole.

      • Carlo Galli · aprile 23, 2014

        Non ho capito la discussione ma credo sia frutto di incomprensione Per i commenti. .. dei questo. .. un abbraccio a tutti:))

    • gattolona pasticciona · aprile 24, 2014

      Perfettamente d’accordo con te!

      • wsa0 · aprile 24, 2014

        Mi fa piacere 🙂

  6. Silvia · aprile 23, 2014

    Molto bello sei davvero bravo Carlo, e brava Sun per il disegno 🙂

  7. jalesh · aprile 23, 2014

    Erotico al punto giusto…..brava anche Sun

  8. wsa0 · aprile 23, 2014

    Perché chi mangia nel suo piatto non cerca di mangiare altrove perché è sazio 😉

  9. Amor et Omnia · aprile 23, 2014

    apperò!!! 🙂

  10. kalosf · aprile 23, 2014

    🙂

  11. wsa0 · aprile 23, 2014

    Dai ….su con il morale…sono felice che riesco a farvi ridere 😉

  12. Sun · aprile 23, 2014

    L’ha ribloggato su pensieri distesi al solee ha commentato:
    Come da un disegno nasce un racconto.
    E che racconto!!!
    Erotico ma non volgare…questa è bravura.
    Grazie (( ))

  13. francescagarrisi · aprile 23, 2014

    “in quel modo così intimo che non avevo mai avuto il coraggio di provare per via del senso del pudore”

    pensiero che molte di noi hanno avuto, almeno in una prima fase dell’età adulta 🙂

  14. Patrizia M. · aprile 23, 2014

    Un sogno molto vivido che ha lasciato il segno nella donna. Bello questo racconto, erotico ma senza volgarità. E poi hai toccato il punto del “giudizio morale”, grande freno inibitorio per moltissime persone!! Bravo Carlo.
    Ciao, Pat

  15. im1dreamer · aprile 24, 2014

    Molto intenso e hai fatto bene a narrarlo.
    Qui ci si scandalizza ancora solo a sentire la parola “sesso”. Non si capisce che in un rapporto sessuale entrano in scena tanti fattori, come la fiducia, il controllo e il non controllo allo stesso tempo.
    Le emozioni sono portate anche dal sesso. Ho visto coppie rinascere e unirsi di più grazie al sesso. E porsi dei limiti stupidi, per un (finto) moralismo qualunque è un primo passo verso l’infelicità, della coppia e di se stessi..

  16. Non solo parole · aprile 24, 2014

    Bel racconto. Nel leggerlo mi ha un po ricordato 50 sfumature di…
    Anche quei racconti sono erotici senza essere volgare e anche quelli sono stati molto criticati e molti hanno detto di non averli letti fatto sta che ha venduto migliaia di copie. …viva il finto moralismo. ..
    Buona giornata
    Maria

  17. chezliza · aprile 24, 2014

    Bellissimo racconto bravo !!! e brava Sun credo che sbircerò i suoi disegni 🙂

  18. mairitombako · aprile 24, 2014

    WOW
    WOW
    WOW

  19. newwhitebear · aprile 24, 2014

    Un sogno talmente vero che la protagonista vuole ricrearlo. Ma ci riuscirà o rimarrà delusa?
    Il dubbio affiora ma il racconto è intriogante.

    • Carlo Galli · aprile 24, 2014

      Chissà chissà:D
      :)))

      • newwhitebear · aprile 24, 2014

        Snche tu, che sei il papà del racconto dubiti.

      • Carlo Galli · aprile 24, 2014

        Appena incontro ancora la protagonista nella mia fantasia le chiedo come è andata:))))))

      • newwhitebear · aprile 24, 2014

        Poi riporti le impressioni…

      • Carlo Galli · aprile 24, 2014

        :))))

  20. mfantuz · aprile 27, 2014

    Brutta cosa i pregiudizi, e l’ipocrisia delle persone che vogliono passare per quello che non sono. Certo che il sesso a volte è ancora un tabù. Bravo Carlo a parlarne.

  21. fulvialuna1 · aprile 27, 2014

    Ad alto tasso erotico! Intigrante…Anche il disegno merita.

  22. colpoditacco · dicembre 5, 2014

    Mmmmm questo scritto mi era sfuggito… Non male direi! 😛

    • Carlo Galli · dicembre 5, 2014

      Allora non ti piace solo il calcio… :p

      • colpoditacco · dicembre 5, 2014

        Ah ah ah ah che sssimpatico… cmq no non mi piace solo il calcio, ma tante altre cooooseeeee…
        E tu non scrivi solo poesie da cioccolatini… eehh?

      • Carlo Galli · dicembre 5, 2014

        Hahahah vedi che ti sorprendo?

      • colpoditacco · dicembre 5, 2014

        a sto giro de brutto… non pensavo!

      • Carlo Galli · dicembre 5, 2014

        Cerca cerca che sarai stupita

      • colpoditacco · dicembre 5, 2014

        Di preciso dove devo cercare… Per essere stupita?!

      • Carlo Galli · dicembre 5, 2014

        Mah… lascio a te l’arduo compito 😀

      • colpoditacco · dicembre 6, 2014

        va bene inizierò le mie ricerche. Ma se resto delusa….

      • Carlo Galli · dicembre 6, 2014

        XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...