Angolo dell’arte: i cavalli di de Chirico (personalissima critica)

Immagine

Una spiaggia deserta con un mare cristallino e spumoso che si contrappongono al cielo grigio, cupo, che ingloba la civiltà come fosse essa stessa la causa di questa condizione. A voler sollevare l’animo, ci sono due cavalli dal vago sentore marmoreo, come fossero statue portate in vita e che, anche loro, si affannano in una corsa senza fine, proprio come gli esser umani. A terra, un capitello giace portato chissà da dove, da una forza di cui è intriso l’universo e ci ricorda che nulla è eterno, tanto meno le illusioni dei grandi monumenti che si ergono in alto, dietro, sulla collina, a voler elevare l’uomo verso gli Dei. Forse è appunto il tempo questa invisibile e inesorabile forza. Le figure equine dai colori surreali, quindi, non sono altro che un sogno, una macchia di colore nel grigio che circonda l’atmosfera e, forse, allieteranno il risveglio con il loro immaginario ricordo.

Carlo Galli

Annunci

29 comments

  1. afinebinario · maggio 14, 2014

    La trovo un’ottima interpretazione 😉
    un abbraccio Carlo

    • Carlo Galli · maggio 14, 2014

      NE sono davvero felice 🙂
      un abbraccio per una buona giornata 🙂

  2. fimoartandfantasy · maggio 14, 2014

    Bel quadro e precisa interpretazione! 🙂
    Un soffio!

  3. jalesh · maggio 14, 2014

    Un ottima descrizione di questo meraviglioso dipinto dettato da fervida fantasia…bisous

  4. jalesh · maggio 14, 2014

    ops ….un’ottima

  5. wsa0 · maggio 14, 2014

    Bello leggere queste righe…bravo 🙂

  6. tachimio · maggio 14, 2014

    E così anche critico…però.Niente male. A parte gli scherzi, mi piace come lo vedi. A presto. Isabella

    • Carlo Galli · maggio 14, 2014

      mi fa piacere cara che hai apprezzato
      🙂
      un sorriso

      • tachimio · maggio 15, 2014

        Buona giornata caro Carlo.Isabella

      • Carlo Galli · maggio 15, 2014

        Anche a te Isabella
        Un abbraccio

  7. pornoscintille · maggio 14, 2014

    Bel dipinto, il tuo 🙂

  8. Lia · maggio 14, 2014

    Molto interessante ed originale!

  9. laurapozzani · maggio 14, 2014

    Il quadro mi piace ma con la tua interpretazione mi piace ancora di più. Complimenti!
    Dolce notte e sogni d’oro..

    • Carlo Galli · maggio 15, 2014

      Ne sono davvero felice:)
      Una buona giornata
      E un abbraccio

  10. mairitombako · maggio 15, 2014

    un’ottima interpretazione ,.bravissimo e dolcissimo..Quante virtu’ ,,bravo

  11. bettatintillini · maggio 15, 2014

    sensibile interpretazione, direi che ti ostini a barcamenarti tra l’onirico (per scelta) ed il reale (per forza). Bravissimo! …ma il capitello non cè…! attendo la prossima “critica”!

  12. cornelioilromano · maggio 17, 2014

    Concordo con te;) anche se in realtà de chirico usa spesso e volentieri colori surreali…… 😉
    Cornelio.

  13. fulvialuna1 · maggio 20, 2014

    Un’ interpretazione a cui non avevo pensato, ci può stare tutta; io ne ho un’altra: la corsa dell’uomo e la sua libertà (i cavalli), dall’antichità (il tempio) ad oggi, il suo inciampare nei miti che costruisce (colonna distrutta), il suo vivere tra meravigliosi mari e cieli grigi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...