SAW, IL PORNISTA (Collaborazione demenziale/erotica Carlo&Vittorio)

BUON DIVERTIMENTOOOOO XDXDXD

[INCIPIT + PRIMA PROVA]
BARONE PORN VON VICTOR:
Io, potente barone Porn Von Victor, ho catturato te, Lord Ninfoman Charles, nelle segrete del mio castello per metterti alla prova! Riuscirai a fuggire dalla prigione, superando le prove che ti si pareranno davanti?! Ci sono cinque piani a separarti dalla libertà! Ogni piano è chiuso da una porta, la chiave di ogni porta è custodita in una cella, l’interno di ogni cella è presidiato da una donna! Per avere la chiave dovrai superare la trappola che impedisce alla porta di aprirsi! Quando ti troverai all’interno della cella dovrai soddisfare la donna, per farti dare la chiave! La prima prova ha inizio! Supera la trappola costituita da una serie di catene che impediscono alle sbarre della cella di aprirsi! Alla prima donna piace fare sesso orale!

LORD NINFOMAN CHARLES:
Il barone Porn Von Victor aprì la porta della cella, ancora non riuscivo a capire come fossi finito in quel castello. Una volta dentro venni rinchiuso e vidi la donna o, per meglio dire, solo la sua testa, sbucare da una piccola botola posta sul soffitto.
“Voglio sentire il tuo sapore!” esclamò passandosi la lingua sulle labbra, “solo se mi permetterai di bere il tuo piacere ti getterò le chiavi delle catene!” aggiunse.
“Ma come faccio se non scendi da lì?” domandai.
“Fai funzionare il cervello… e veloce, il tempo stringe!” ammonì.
Nella cella non c’era niente di così alto per poterci salire, solo una brandina rosicchiata dai topi che, dopo qualche minuto di rovelli per pensare a una soluzione, divenne l’oggetto sul quale sfogai la rabbia con un bel calcio e, proprio con quel gesto, mi accorsi che infilato nel materasso c’era un oggetto duro. Una piccola bacinella d’oro. Oro vero! Non ebbi il tempo di ammirare la lucentezza dell’oggetto che la donna, in maniera sguaiata, iniziò ad abbaiare. Capii subito cosa dovevo fare… slacciai i pantaloni, concentrai l’immaginazione su una ragazza che mi piaceva e, in un attimo, riempii il prezioso recipiente. Non appena la alzai sopra la testa, restando in punta di piedi, la donna iniziò a leccarne il contenuto e, dal suo seno, caddero le chiavi. Un lucchetto dopo l’altro riuscii ad uscire da lì….

[SECONDA PROVA]
BARONE PORN VON VICTOR:
Sei scaltro Lord! Ho fatto proprio bene a sceglierti! So che non mi deluderai nemmeno più avanti! Non ti conviene farlo! La seconda sfida è molto più difficile! La porta c’è…ma non ha serratura. E’ un blocco unico con il muro. Pensa a come superarla, se ne hai l’abilità. Anche la seconda donna è problematica. Come te la caverai con una ninfomane antimaschilista? Su Lord…mostrami cosa sei in grado di fare!

LORD NINFOMAN CHARLES:
Sentii la porta sigillarsi alle mie spalle e, di nuovo, ero relegato in quattro e anguste mura. Di fronte a me c’era una donna con una tuta in lattice nero e lucido, l’unica parte visibile del suo corpo era la bocca che sbucava da un buco che sembrava stato ritagliato da una forbice consumata. A spaventarmi maggiormente era ciò che aveva applicato tra le gambe… un fallo di gomma dalle dimensioni notevoli.
“Voi uomini pensate di essere indispensabili ma non è così… io, vestita così, posso dare più piacere ad una sola donna di quanto tu ne abbia dato a tutte quelle con cui sei stato!” esordì.
“Ok, ok, vediamo di stare calmi… che ne dici di deporre le “Armi” e parlare guardandoci negli occhi?” proposi.
“Taci, sudicio porco! Se vuoi uscire da qui, abbassati i pantaloni… e voltati di spalle!” ordinò lei.
Ero in preda al panico, non avevo mai provato a subire del sesso anale ma, se un giorno avessi voluto sperimentarlo, di certo quello era il modo che più mi impauriva. Sembrava una donna senza scrupoli e con un sacco di rancori verso il genere maschile a caricarla di rabbia. D’un tratto, però, mi venne un idea… dovevo assecondarla.
“Ho sempre sognato di essere una donna, voi siete il lato migliore del genere umano… molte volte, quando mi spoglio e mi guardo allo specchio, nascondo il pene tra le cosce e immagino di essere femmina” dissi dopo aver abbassato i pantaloni e nascosto l’arnese.
“Allora, adesso, voltati e finirai di sentirti donna del tutto!” disse avvicinandosi.
Feci uno sforzo per mantenere la calma e risposi “Con immenso piacere… e dacci dentro!”.
Mi voltai, mi chinai e chiusi gli occhi… ma non accadde nulla. La donna si bloccò, era l’unica arma che aveva a disposizione e io l’avevo resa inoffensiva. Svitò il glande del Dildo che aveva tra le cosce e ne estrasse un piccolo bastoncino di plastico, lo applicò sulla porta e, dopo esserci nascosti dentro ad un armadio in ferro che c’era nella stanza, azionò il detonatore.
La porta si aprì e ne uscii sollevato: avevo conservato la mia verginità anale.

[TERZA PROVA]
BARONE PORN VON VICTOR:
Ammetto, caro Charles, che mi hai stupito. Ero sinceramente convinto che avresti subito le ire della mia conc…prigioniera. Ma, forse, è meglio così! Non esaltarti tanto! Il peggio deve ancora arrivare e la terza prova ti farà capire che io non scherzo e nemmeno le mie donne! Per uscire dal terzo piano dovrai aprire una porta con tre serrature. Proprio così! Due di esse sono finte e se tenti di aprirle il soffitto ti crollerà addosso! Dalla donna, stavolta, oltre che la chiave, dovrai farti confessare quale sia la serratura giusta! A lei piacciono i baci…ed è una bugiarda patologica!

LORD NINFOMAN CHARLES:
La porta si chiuse alle mie spalle. La stanza era completamente diversa dalle solite, completamente tinta di bianco e illuminata da neon fortissimi a luce fredda. Sul fondo una grossa nicchia rientrava nel muro, spazio in cui immaginavo si sarebbe rifugiata la ragazza se avessi sbagliato la serratura. La situazione era veramente complessa.
“Buongiorno Charles” disse la donna con voce calda e sensuale.
Era completamente nuda, i capelli corvini cadevano in larghi boccoli fino a nascondere parzialmente i capezzoli.
“Buongiorno a te” risposi.
“Siccome non ho voglia di giocare e di perdere tempo tieni, queste sono le chiavi. Apri la serratura centrale e sarai libero” disse dopo avermele lanciate.
Sapevo che era una bugiarda patologica, quindi non era sicuramente la serratura centrale quella corretta… o forse bluffava.
Mi avvicinai a quella magnifica ma gelida creatura che, dopo averle baciato delicatamente il collo, prese fuoco.
“Adoro i baci, ne vorrei alcuni proprio lì… forse non era la serratura centrale da aprire” sussurrò.
La sdraiai sul pavimento e iniziai a baciarla tra le gambe. Un sapore delicato ma robusto allo stesso tempo mi riempì la bocca… e i pantaloni.
“Oddio, non smettere ti prego! Continua!” implorò.
Schiusi la bocca per usare bene la lingua e, lei, si contorse dal piacere. Dopo un attimo, non appena avvertii che stava per raggiungere il piacere mi bloccai.
“Continua, stupido! Oppure non ti dirò mai quale è la serratura corretta!” disse.
“Continuo solo se tu infili la chiave al posto giusto e sblocchi una mandata, così che io possa capire che è quella corretta!”
“No! Non funziona così, il gioco lo dirigo io!”
“Bene” dissi “allora basta” e corsi a infilarmi nella nicchia, dove ci stavo a malapena.
“Esci subito da lì!” disse lei su tutte le furie.
“Niente da fare, fa come ti ho detto e uscirò da qui!” conclusi.
Dopo un lungo e estenuante battibecco, cedette.
“Bene, adesso dammi quello che mi hai promesso” disse arresa.
Gustai tutte le sfumature che componevano i suoi umori e, quando venne, mi alzai e uscii dalla stanza lasciandola in preda agli spasmi dell’orgasmo.

[QUARTA PROVA]
BARONE PORN VON VICTOR:
Ah! Me lo sarei dovuto aspettare! Ma poi la sistemo io! Sei giunto al penultimo livello e non hai avuto problemi. Meglio di quanto mi aspettassi. Bene bene, non vedo l’ora di… Ma ora torniamo a noi! Nel quarto livello ti aspetta lei! La donna ideale! Non potrai fare a meno di innamorartene e allora non uscirai mai più! E’ dolce, sensibile, passionale, intelligente, magnifica. Riuscirai a resistere, caro Lord Charles? E ora lascia che ti parli della porta. Stavolta avrai bisogno di una combinazione numerica che cambia ogni dieci secondi. Bada bene: se inserisci quella vecchia quando è già mutata, non potrai aprire la porta mai più. La combinazione cambia in base allo stato d’animo della donna. Al centesimo cambiamento, non potrai più inserirla e rimarrai bloccato per sempre. Innamorati e vivrai felice con la donna, separatene e uscirai, triste. Non deludermi!

LORD NINFOMAN CHARLES:
La quarta porta si chiuse alle mie spalle emettendo un sonoro “Bip-Bip” che stava ad indicare l’attivazione del codice segreto. La donna era stesa sul grande letto in pelle beige che c’era al centro della stanza, coperta da un sottilissimo lenzuolo in seta dello stesso colore. Capelli neri, occhi verde acqua, pelle olivastra e, da ciò che il lenzuolo lasciava trasparire, un corpo perfetto. Nonostante cercassi di guardare cos’altro ci fosse nella stanza, ero come immobilizzato, gli occhi si rifiutavano di guardare altrove.
“Ciao, tesoro… mi sentivo così sola in questo letto freddo… avanti, vieni a farmi compagnia e donami un po’ di calore” esordì la donna.
Non sapevo come comportarmi, il mio viso prese fuoco, ero intimidito da quella donna.
“Va bene” risposi mentre cercavo di oppormi al suo richiamo, inutilmente.
Mi avvicinai al letto e lei, alzandosi in ginocchio, si liberò dal lenzuolo mostrando tutta la sua bellezza. Venni spogliato dalle sue mani sapienti e accolto nel giaciglio.
“E’ tutta la vita che aspetto un uomo come te” sussurrò.
Nonostante sapessi che era un trucco del Barone Victor, entrai dentro di lei e lei, in un istante, lei, entrò nel mio cuore.
Passarono due giorni di sesso continuo ed intenso quando, d’improvviso, capii che sarei morto di fame e di sete rinchiuso in quelle mura. Guardai per la prima volta il tastierino con il codice numerico e ripensai alle parole del barone: ” La combinazione cambia in base allo stato d’animo della donna”.
Ma cosa significava???
Mentre ero concentrato a snodare quella matassa di pensieri , mi prese tra le mani e poi in bocca per l’ennesima volta il membro e, portandosi sopra di me in posizione contraria, ci baciammo a vicenda. Quando il suo piacere scoppiò in un orgasmo, tornando a profumare la mia barba di lei, capii che il primo numero era proprio la posizione che stavamo facendo: 69.
Ero talmente concentrato in quel pensiero che la mia erezione si affievolì.
“So io cosa ci vuole per farti riprendere” disse sorridendo maliziosa.
Gattonò di fianco a me e si mise a pecorina, sculacciandosi il sedere.
Avevo pochi secondi, balzai giù dal letto, raccolsi gli indumenti e mi precipitai alla combinazione: 69-90.
La porta si schiuse, alcune lacrime mi rigarono il volto e, uscendo, lasciai il cuore intrappolato in quelle lenzuola.

[QUINTA PROVA]
BARONE PORN VON VICTOR:
Sei giunto all’ultima prova, final…cioè maledetto Charles! Ma non cantare vittoria troppo presto! La mia ultima schiava è la peggiore di tutte! Considerala pure un boss finale! Con lei non basteranno le tue arti seduttive, tutt’altro! Lei non prova alcun piacere se non quello di deriderti! Proprio così! A te potrà sembra poca cosa, ti illuderai di poterla controllare e invece no! Lei si aprirà un varco nelle tue insicurezze poi colpirà dove meno te lo aspetti! Verrai ammaliato e poi gettato nella più cupa disperazione! Penso che tu sappia che le succubus hanno il potere di ipnotizzare la vittima che le loro arti amorose. A te spetterà non solo l’arduo compito di resistere, tu dovrai anche convincerla a venerarti. Dovrai umiliarla prima che lei faccia lo stesso con te, altrimenti sarai spacciato. E ora…guarda la porta. Vedi che ci sono due spazi vuoti? In quei semicerchi dovrai poggiare le sue tette. Solo allora la serratura si sbloccherà e tu potrai uscire. Proprio così, è il suo corpo la chiave! Fai in modo che ti segue spontaneamente oppure piegati alla sua volontà. Ti presento la succubus Lady Imah!

LORD NINFOMAN CHARLES:
Lady Imah chiuse con gentilezza la porta alle nostre spalle, era una donna aggraziata, formosa e vestita di una sottoveste color cipria. Nella stanza dipinta da colori scuri, una piccola lampada posta nell’angolo emetteva una luce fioca che illuminava l’acqua che scorreva in una fontanella posta lì vicino. L’ambiente era pervaso da un forte odore di incenso che, salendo nel naso, provocava la lacrimazione degli occhi. Al centro della stanza, un palo di metallo lucido passava dal pavimento al soffitto.
“Vuoi che ti faccia un balletto su quel palo?” disse fissandomi negli occhi.
“Si, mi piacerebbe molto!” risposi sentendo le parole uscire da sole dalla bocca.
Guardandola negli occhi, infatti, venivo ammaliato e ipnotizzato.
“E invece no! Quel palo è dove ti legherò come fossi un lurido cane con la rabbia! Anzi, legati da solo che ho schifo al sol pensiero di toccarti!” disse lanciandomi il guinzaglio.
Senza riuscire a oppormi e con il suo sguardo fisso nei miei occhi, obbedii.
Una volta legato mi misi a gattoni, proprio come lei desiderava, e iniziò a manifestare il suo disprezzo.
“Puh!” mi sputò dritto in faccia, “fai schifo, non vedi come sei ridotto? Come pensi di poter soddisfare una donna se nemmeno tua madre ti ha mai voluto bene?” continuò intervallando gli sputi alle parole, abbassandomi poi la cerniera dei pantaloni e estraendone il membro per schiaffeggiarlo con violenza.
Un dolore immenso prese piede nella mia anima… era vero, persino mia madre mi aveva abbandonato e, ricordarmelo in quel modo, aveva riaperto una ferita infetta che portavo nel cuore.
Fu proprio un suo sputo a salvare la situazione. Centrandomi in pieno negli occhi, fui costretto a chiuderli di riflesso e, non incrociando più il suo sguardo, sfuggii all’ipnosi. Dovevo ricambiarla velocemente con la stessa moneta prima di cadere nuovamente nella sua ragnatela.
Non appena vidi che era abbastanza vicina al mio fianco, proprio come un cane, alzai la gamba e le pisciai addosso deridendola. Colpii nel segno, una tale umiliazione la confuse e, in quel mentre, slegai il collare e il guinzaglio e lo misi a lei.
“Senti come puzzi di piscio! Sei una fogna!” urlai continuando a urinarle in faccia, dopo averla messa in ginocchio con uno spintone.
Non appena cercava di replicare e schiudeva le labbra, il mio piscio si faceva strada nella sua bocca, ammutolendola. Scoppiò in un pianto sguaiato e, tirandola per il guinzaglio, dopo averle strappato la sottoveste, portai i suoi seni nell’incavo della porta che si schiuse. A quel punto tolsi una scarpa e la misi come fermaporta per non farla richiudere, svestii completamente la donna, la lavai nella fontanella e, poi, facemmo l’amore. Sentivo il bisogno di donarle quello che forse non aveva mai avuto e la spingeva a comportarsi così. Quando uscii dalla stanza, prima che la porta si chiudesse nuovamente, sentii un ti amo sussurrato a mezza voce.

[FINALE]
BARONE PORN VON VICTOR:
E così ci sei riuscito! Non riesco a crederci! Certo ti avevo scelto appositamente ma mai avrei immaginato che riuscissi a fuggire con tale abilità! I miei complimenti! Ora siamo faccia a faccia! Preparati Lord Charles perché..voglio abbracciarti! Grazie mio salvatore! In realtà ti ho catturato perché volevo ricongiungermi con le mie concubine! Avevamo deciso, per cambiare un po’, di giocare a “guardia e ladre” ma ho smarrito il foglio con la soluzione per superare le trappole! Non sai quanto abbia sofferto per la loro lontananza! Certo che ora che te le sei fatte tu non è che siano più così attraenti… No, vanno bene lo stesso! Ahahahah! Uhm…però vedo che Lady Imah si è affezionata a te… Te la puoi tenere! A me ha causato solo fastidi! E’ troppo problematica per i miei gusti! Consideralo pure un ringraziamento per averti causato tanti guai! Comunque ho le altre quattro che mi adorano e ora andrò alla ricerca della quinta! Grazie ancora Lord Charles! Addio!

LORD NINFOMAN CHARLES:
Mentre il cuore era pieno di fierezza per aver aiutato il barone, le parole di addio si mescolarono al suono della sveglia che avevo sul comodino… uno strano odore di incenso, però, avvolgeva la stanza e mi avrebbe accompagnato per tutta la vita.

Annunci

52 comments

  1. vittoriot75ge · luglio 4, 2014

    Preparati alla reazione di Ella XD

    • Carlo Galli · luglio 4, 2014

      Aiuto!
      E’ una dichiarazione d’amore a modo mio!
      hahahah
      Forse abbiamo un po’ esagerato con le perversioni stavolta! hahah

      • vittoriot75ge · luglio 4, 2014

        No, anzi ringrazia che non ero per nulla ispirato 😛

    • im1dreamer · luglio 4, 2014

      Poi dici che la gente pensa che gli uomini siano pervertiti 😌
      Ma come devo fare con voi due??? 😂

      • Carlo Galli · luglio 4, 2014

        Hahahaha però il finale è romantico !

      • im1dreamer · luglio 4, 2014

        Si infatti ciò che rimane del racconto è il finale romantico 😂😂😂
        Ma daiiiiii…

      • Carlo Galli · luglio 4, 2014

        Haha lo hai notato eh?

      • im1dreamer · luglio 4, 2014

        Sisi, è la prima cosa che salta all’occhio..

      • vittoriot75ge · luglio 4, 2014

        Ti è piaciuta la parte? 😛

      • im1dreamer · luglio 4, 2014

        Stavo pensando di pubblicarlo a livello nazionale e intitolarlo: “cronache di due fuori di testa” 😂

      • vittoriot75ge · luglio 4, 2014

        Ok, come nostra agente ti spetta il 10% 🙂

      • im1dreamer · luglio 4, 2014

        Spilorci 😒

      • vittoriot75ge · luglio 4, 2014

        Dovresti pagare tu noi per l’onore di rappresentarci! 😀

      • Carlo Galli · luglio 4, 2014

        Il 12% se sei brava a promuoverlo

      • im1dreamer · luglio 4, 2014

        Ah grazie 😝

  2. viola · luglio 4, 2014

    😀 Ragazziiiii siete meravigliosi …mi piace questa collaborazione ..! Buon fine settimana caro 😍

  3. sherazade · luglio 4, 2014

    ad una lettura mooolto veloce data l’ora e le zanzare che banchettano ai miei danni, direi che…vabbè ‘me piace’.

    sherazadeconuninchino

  4. Tiferett · luglio 4, 2014

    Molto divertente bravissimi anche se nella mia razionalità vorrei tanto capire come può un povero cristo, che ha passato alcuni giorni chiuso a fare sesso sfrenato senza cibo e acqua, avere ancora così tanta urina in corpo da zampillare a comando come una fontanella…
    Però siete uno spasso 🙂

    • Carlo Galli · luglio 4, 2014

      Ahhaha perché è un sogno 😀

      • Tiferett · luglio 4, 2014

        Sono razionale anche nei sogni….
        Povero me
        Hahahags

      • Carlo Galli · luglio 4, 2014

        Hahaga
        Buona serata fotografo dell’anima!

  5. im1dreamer · luglio 4, 2014

    Ehm…ma che cosa dovrei dire??? 😂😂😂
    Lady Imah mi è familiare.. Come al solito insieme siete un cocktail micidiale, e ciò conferma le mie teorie 😏
    Magari poi mi fate un’analisi testuale, comari che non siete altro..

    • Carlo Galli · luglio 4, 2014

      XD ha fatto tutto la mia collega XD comare!
      Buonasera cara!!!!!
      :**

      • im1dreamer · luglio 4, 2014

        Siete veramente anime gemelle 😄 e siete pure nel mio cuoricino 😘

      • Carlo Galli · luglio 4, 2014

    • vittoriot75ge · luglio 4, 2014

      Te l’ho detto che saresti stata la boss finale XD

      • im1dreamer · luglio 4, 2014

        Si, ma che simpatico 😏

  6. kalosf · luglio 4, 2014

    Ma dai… Li abbiamo “nobili” gli amichetti… E d’altro canto de sade non era forse un marchese??? Finale romantico, ok!

  7. lilasmile · luglio 4, 2014

    Come collaborazione erotica non c’è che dire e in effetti pure un po’ demenziale ma siete stati forti! Un sorriso per voi da Lila 🙂

  8. Laura · luglio 4, 2014

    😀 siete troppo forti, un bacione Carlo, buon weekend! Laura.

  9. ysingrinus · luglio 5, 2014

    Ho letto fumetti anche “peggiori”, secondo me potete cercare un buon disegnatore e metter per disegni le vostre storie… 😀

  10. chezliza · luglio 5, 2014

    ….Causa eccesso di risate impossibilitata a dare un commento coerente….. 😀 a dopo se nn muoio
    (ho un’età io Disgraziati!!!)

  11. fimoartandfantasy · luglio 5, 2014

    Ahahahah che perversi pervertiti!!!! 😁😁😁😁😁😁

  12. newwhitebear · luglio 5, 2014

    Sembrano i racconti di Sherazade per salvare il collo.
    Simpatici, ironici e ingegniosi. Sia le prove, sia le soluzioni.

  13. Lia · luglio 5, 2014

    Siete due fantastici “pazzi” poeti !!!! Sempre bellissimo leggervi 😀

  14. fulvialuna1 · luglio 10, 2014

    Scusate ma mi sono divertita da morire! Siete mitici!
    Avete fantasia da vendere…o non è solo fantasia? 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...