La signora White parte 2 (Erotico)

Ripensando a ieri sera, devo proprio dire che la signora White ha un bellissimo culo. Anzi no, per meglio dire non è un sedere perfettamente simmetrico e asciutto, è piuttosto quello di una donna vera, non da copertina. Quando si avvicinò nuda al lettino per massaggi, lo ammirai in tutti i suoi movimenti. Era bellissimo proprio per quello.
“Spero che stasera completerai ciò che hai lasciato incompiuto l’ultima volta” disse mentre si sdraiava, dopo avermi osservato togliere i calzoni e la camicia.
“Vedremo, signora White. Di certo se inizia già con questa arroganza…”
Non rispose, si limitò ad un piccolo sorriso malizioso. Quel sorriso, per la prima volta da quando avevo accettato di essere “l’accompagnatore e massaggiatore” di lei, fece smuovere qualcosa tra le mie gambe. Sentii il tessuto delle mutande farsi sempre più stretto contro al glande.
Arrotolai una salvietta e le chiesi di alzare il sedere. Lei eseguì e io la infilai sotto alle creste iliache, in modo tale da avere il suo posteriore rialzato.
“Signora White, ora la benderò… desidero che lei non veda nulla di modo che si possa concentrare sulle sensazioni che prova il suo corpo”.
Non obbiettò.
La bendai con i miei boxer e le sussurrai all’orecchio “così senti il mio odore”.
Iniziai con un massaggio alla schiena classico, movimenti circolari e ampi, non troppo delicati ma neanche eccessivamente vigorosi. Poi scesi sul retro delle gambe, sfiorando leggermente l’ano con le dita medie di entrambe le mani. Rispose a quel gesto con un fremito e il suo sesso si irrorò di sangue.
L’erezione che era iniziata prima si completò in quel momento. Dovevo resistere. Dovevo lasciare che lei anelasse al mio cazzo per ancora qualche seduta. D’altronde io dovevo pur camparci con quel lavoro.
Appena arrivai a massaggiarle i piedi, non resistetti all’idea di leccarli.
“Signora White… ora farò qualcosa di interessante per lei… ma l’avviso, un solo gemito, una sola parola, un solo urlo e me ne vado.”
Mosse la testa in segno di assenso.
Iniziai a leccare la pianta del piede, dalle dita al tallone. Poi passai ai polpacci e salii sempre più su. L’interno delle sue cosce sapeva di figa. Era molto bagnata.
Allungandomi fino ad arrivare al suo sedere, il mio pene raggiunse l’altezza dei suoi piedi. Lei li strinse attorno a me e con movimenti lenti iniziò a masturbarmi.
Aprii lentamente le sue natiche, passai la lingua sull’ano. Lei spinse il sedere verso il mio viso, voleva sentire la lingua entrare. Le concedetti ciò che desiderava.
La mia eccitazione era cresciuta, dovevo controllarmi.
Mi scostai di lato al suo corpo e iniziai a massaggiarle il culo. Era molto umido della saliva e facevo entrare una falange del dito per poi ritirarla delicatamente.
“Uhhh…” sussurrò lei.
“Signora White, vuole che smetta?”
“Scusami” rispose.
Con la mano libera scesi tra le cosce, fino ad arrivare al clitoride. Era molto bagnato. Le labbra della vagina mi accarezzavano le dita.
Cominciai a massaggiarla proprio lì, accompagnando il movimento circolare a leggere spine del dito nel culo.
Aumentavo piano piano l’intensità di entrambe le mani.
I piedi della signora White iniziarono ad irrigidirsi, stava raggiungendo il piacere.
Inserii un altro dito nell’ano.
La sentii deglutire un mugolio e rispedirlo nello stomaco.
“Ora può parlare” le dissi.
Venne contorcendo tutto il corpo, ansimando e stringendo i pugni al lettino.
Aspettai qualche secondo continuando ad accarezzarle il corpo, poi le tolsi la benda improvvisata, mi rivestii velocemente e, ancor prima che lei si riprendesse e aprisse gli occhi, ero già fuori da quella stanza.
Ero sicuro avrebbe desiderato ancora di più la mia compagnia.
Ero sicuro che avrebbe voluto comprare per se stessa altri momenti di svago con me.

Carlo Galli

Annunci

39 comments

  1. colpoditacco · agosto 8, 2015

    Carlo ma il numero di questo massaggiatore ce l’hai…? Ahahahaha 😀

    • Carlo Galli · agosto 8, 2015

      Hahahahah si ma non vuole che sia troppo pubblico… hahahah

      • colpoditacco · agosto 8, 2015

        Ma io non lo pubblico… lo tengo gelosamente segreto… 🙂

      • Carlo Galli · agosto 8, 2015

        hahahahahaaha

  2. sherazade · agosto 8, 2015

    Il gioco è bello quando dura poco: “vie’ qua bello e famola finita!” 😇 (mica tutte c avemo l anello al naso ).
    sherannsepuotirarelacordallinfinito

  3. kalosf · agosto 8, 2015

    Spero solo che il massaggiatore si faccia pagare bene, visto che la signora in questione mi sembra particolarmente desiderosa 🙂

  4. (b)ananartista SBUFF · agosto 8, 2015

    che furbizia, e che astuzia

  5. viola · agosto 8, 2015

    La protagonista di questo racconto se fossi in te la chiamerei signora Red anziché che White 😀 .Un soffio 😉

  6. stephymafy · agosto 8, 2015

    Ok…lavora anche a domicilio??? 😀

  7. newwhitebear · agosto 9, 2015

    Chi l’ha duro la vince 😀 Il nostro massaggiatore si vende bene e la signora White paga.
    Mi sa che così il massaggiatore abbia un bel vitalizio.

  8. fulvialuna1 · agosto 9, 2015

    E che dire!!! Secondo me la signora staccherà più di qualche assegno!!!

  9. Patrizia M. · agosto 9, 2015

    Non è che alla fine la signora White va proprio in bianco??? Ummmmmm mah!!!

    Ehm correggi questa frase, “Cominciai a massaggiarla proprio lì, accompagnando il movimento circolare a leggere spine del dito nel culo.” desiderosa ok, ma le spine nel culo ehm ehm ahahahaha

    • Carlo Galli · agosto 9, 2015

      Ahahahahaha le voleva lei!!! Haahah

      • Patrizia M. · agosto 9, 2015

        Ma dai Carloooo ahahahahahaha

      • Carlo Galli · agosto 9, 2015

        Hahahaha andrebbe sgridata

      • Patrizia M. · agosto 9, 2015

        Seeeeeeeeeeeee, ti stai divertendo come un pazzo tu, altro che sgridata ahahahahaha

      • Carlo Galli · agosto 9, 2015

        Hahaha segreto

      • Patrizia M. · agosto 9, 2015

        😛

  10. lamelasbacata · agosto 9, 2015

    Che ragazzaccio recidivo, meriteresti tu una sculacciata! 😉 😀

  11. agenda19892010 · agosto 10, 2015

    Buon Lunedì estivo … ☺

  12. almerighi · agosto 10, 2015

    occhio che a cavalcare la tigre…

  13. Lia · settembre 12, 2015

    Un massaggiatore che fa opere di bene se no pensa poverina che noia ahahahahah

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...